That’s what they said: queer quotes del mese (ottobre)

Elizabeth Warren, senatrice USA candidata alle primarie presidenziali del partito democratico

Warren
In un dibattito televisivo organizzato dalla CNN, il presentatore Morgan Cox ha chiesto alla senatrice:
«Mettiamo che è in campagna elettorale, e un suo sostenitore si avvicina e le dice: “Senatrice, sono all’antica, e la mia fede mi insegna che un matrimonio è tra un uomo e una donna”. Qual è la sua risposta?»

Warren:

«Beh, immagino che sia un uomo a fare la domanda, e quindi gli direi: “E allora sposa una donna. Mi sta bene. Sempre che tu riesca a trovarne una”»

Elena Linari, difensore della Nazionale femminile di calcio e dell’Atletico Madrid

linari

Linari, 25 anni,  è la prima calciatrice italiana a fare coming out, in un’intervista a Dribbling ha detto:

«Nella mia vita privata devo essere libera di fare quello che voglio. A Madrid non ho nessun problema, anzi. In Italia sono io la prima ad aver paura di affrontare l’argomento perché non so come la gente potrebbe reagire. Ho paura del giudizio della gente. Tante volte si evita di mettere un post o cose del genere per evitare di coinvolgere altre persone perché ancora in Italia non siamo pronti. Ma poi diciamolo non è che nel calcio femminile fioccano le omosessuali, no proprio no. Gli omosessuali ci sono anche nel calcio maschile, negli altri sport e nella vita quotidiana»

L’allenatrice delle azzurre, Milena Bertolini, ha appoggiato la scelta di Linari

«Sul discorso dell’omosessualità in Italia abbiamo ancora una mentalità arretrata, poi le donne sono sempre più avanti perché hanno molto coraggio. Credo che Elena sia stata brava e coraggiosa. Questo aiuta altre ragazze e ragazzi che stanno vivendo questa situazione e che magari hanno paura ad esprimersi. L’omosessualità è un aspetto della società, un aspetto naturale. Dirlo nel calcio maschile è più complicato ma se qualche ragazzo uscisse allo scoperto sarebbe importantissimo»

Elena Bonetti, ministra per le Pari opportunità e la Famiglia

bonetti

L’11 ottobre si è celebrato il coming out day, giornata internazionale dedicata alla libertà di esprimere il proprio orientamento sessuale. In un post su Facebook, la ministra Bonetti ha detto:

«Oggi è il Coming Out Day, purtroppo moltissime persone LGBT+ nel mondo vivono in Paesi dove a causa dell’orientamento sessuale o discriminazioni di genere si può finire in carcere, essere torturati, uccisi. Questa giornata deve ricordarci che la strada da percorrere per garantire la libertà di essere se stessi è ancora lunga. Dobbiamo impegnarci perché le nostre comunità sappiano accogliere ogni persona nel suo valore unico e irripetibile, garantendo pieni diritti civili a tutti e a ciascuno»

Kerron Clement, velocista USA vincitore di due ori e un argento alle Olimpiadi

Clement, 33 anni, ha vinto due ori olimpici e un argento, oltre a 4 ori mondiali e un bronzo:

73304975_10156406475881338_9016909986818686976_n
Kerron Clement ph. dalla sua pagina Facebook

«Ero stanco di amare al buio. Ho visto troppe persone che hanno paura di essere quello che sono. Ho lottato contro la mia sessualità per 17 anni. Col passare del tempo, invecchiando, ti importa sempre di meno. Ora è il momento di essere solo me stesso ed essere libero. Questo è quello che sono diventato»

Il dissidente del mese: Giancarlo Tagliaferri, consigliere regionale (Emilia-Romagna) di Fratelli d’Italia

Giancarlo_Tagliaferri_2018-7

Nel mirino del consigliere del partito di Giorgia Meloni, il festival Gender Bender, rassegna artistica pioniera delle tematiche LGBTQ+ e non convenzionali legate al genere:

«L’Emilia-Romagna finanzia party erotici con soldi pubblici. La manifestazione ospitera’ porno attori, performances omosessuali, spettacoli transessuali e propaganda lgbt »

Preoccupazione massima del consigliere Fdi è la festa a tematica lesbo “Pussy galore” (vi consiglio caldamente di andarci), dice Tagliaferri:

«Date le caratteristiche del festival, che pongono un marcato accento su manifestazioni di sesso omosessuale e lesbico, con performance dal vivo di inequivocabile significato quale ad esempio `Pussy Galore´, si chiede se la Regione intenda in futuro finanziare eventualmente anche altre tipologie di eros-party con i soldi dei contribuenti»

Emilia Romagna is going wild sugar

La citazione del mese: Susan Sontag, da I diari (Parigi), appunti discontinui scritti tra il 1958 e il 1967

GettyImages-138183152-640x449
Susan Sontag (copyright Getty Images)

«Il mio desiderio di scrivere è connesso alla mia omosessualità. Ho bisogno di quell’identità come di un’arma, da contrapporre all’arma che la società usa contro di me.
Ciò non giustifica la mia omosessualità. Ma mi accorderebbe – lo sento – una certa licenza.
Solo adesso mi sto rendendo conto di quanto mi sento in colpa d’essere omosessuale. Con H. ero convinta che la cosa non mi turbasse, ma mentivo a me stessa. Ho fatto in modo che gli altri (per esempio Annette [Michelson, studiosa di cinema] credessero che il mio vizio fosse H., e che se non fosse per lei non sarei omosessuale, o almeno non prevalentemente.

Essere omosessuale mi fa sentire più vulnerabile»

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

GF Maccaferri

...e provare ad andare oltre il solito "che carino"

G-ancho ibérico

Politica e cultura sui binari di Spagna

Sui muri di Milano

Tutta la street art in giro per Milano

The Bottom Up

Approfondimento dall'Italia e dal mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: