Ora devi dirmi perché non ti fidi di me

Cari lettori di “Chi ha paura dell’arcobaleno” non preoccupatevi: se per le prossime righe non riconoscerete l’esperta mano di Emanuela è perché chi vi scrive normalmente si occupa di America, di interni ed esteri e si chiama Riccardo Lichene.
Ora che ho la fortuna di poter scrivere su questa coloratissima piattaforma è tempo per me di raccontare una piccola percentuale del mondo che normalmente non rientra nei traffici globali e nelle intricate macchinazioni dei nostri governanti.

non_ti_fidi_di_me_Colaci

Oggi vi vorrei raccontare di un argomento a me molto caro: il mare di pregiudizi che circondano le persone bisessuali: come? Con una bella classifica ovviamente.

LA SFIDUCIA
Il mito ormai fin troppo radicato nella mente delle persone di tutti gli orientamenti sessuali è che i bisessuali siano inaffidabili, pronti a tradire e quindi non meritevoli di una relazione stabile. Buoni per una bella scopata insomma.
La prima delle verità rivelate che questo post vi regalerà è che una persona bisessuale è semplicemente qualcuno che non considera i genitali quando cerca una relazione, o anche una bella avventura di una notte. Davanti a voi si trova qualcuno che vi accetta, vi ama o vi trova sexy per quello che siete, non per quello che avete in mezzo alle gambe.

non_ti_fidi_di_me_Colaci

NDO COJO COJO
Avere come potenziale partner ogni essere umano sul pianeta spinge le persone bisessuali a vedere in chiunque il potenziale target per una relazione o una sveltina.
Arriviamo così alla verità rivelata numero due: tutte le sfumature che orientano la scelta di un partner come l’intelligenza, l’arguzia, la spensieratezza e chi più ne ha più ne metta, valgono anche per coloro a cui piace sia la pistola che la fondina. Non fraintendetemi, il libertinismo esiste e nessuno lo vuole condannare, darlo per scontato però non è mai piacevole per nessuno.

non_ti_fidi_di_me_Colaci

NON PORTARLI A CASA
Il risultato (diretto o inderetto) di quanto sopra è uno e uno solo, la/il fidanzat*, soprattutto in relazioni che si stanno facendo serie, è tenuto lontano dalla famiglia, dalle usanze e dalle feste perché potrebbe portare chaos e scompiglio. L’ultima verità rivelata del giorno è che, sorprendentemente, anche questo non è assolutamente vero; forse l’esatto opposto.
Il punto non solo di questa piccola sezione ma di tutto questo post è che gli stereotipi ci sono, anche all’interno della comunità LGBTQ+ e vanno combattuti. Ognuno può portare le proprie esperienze personali che potrebbero o meno confermare quello su cui abbiamo scherzato fino a qui, l’importante è sempre e comunque non generalizzare ma condividere e non avere pregiudizi.

Ora per salutarvi, anche a rischio di suonare come una pubblicità della lidl, voglio solo dirvi che se mai vi capiterà di incrociare sentimentalmente una persona bisessuale sappiate questo: le emozioni sono le stesse, la passione è la stessa e le litigate per decidere cosa vedere la sera saranno ugualmente furibonde.
Come so tutto questo? Beh dovrete fidarvi.
non_ti_fidi_di_me_Colaci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

GF Maccaferri

...e provare ad andare oltre il solito "che carino"

G-ancho ibérico

Politica e cultura sui binari di Spagna

Sui muri di Milano

Tutta la street art in giro per Milano

The Bottom Up

Approfondimento dall'Italia e dal mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: