Un minuto per la giornata del ricordo transgender

01-bandiera-trans

La bandiera con i colori del movimento transgender. La sua ideatrice Monica Helms la descrive: “L’azzurro è il colore tradizionale per i maschi, il rosa lo è per le femmine e il bianco nel mezzo è per coloro che stanno transitando, per quelli che sentono di avere un genere neutro o nessun genere, e per coloro che sono intersessuali.” (Wikipedia)

Fermi tutti-e, il 20 novembre non è ancora finito! Oggi è la giornata internazionale del ricordo trans (Transgender day of remembrance) e va bene anche solo rubare qualche secondo del vostro tempo per ricordare chi ha perso la vita perchè oggetto di violenza indiscriminata, becera e ingiustificata.

La T di transgender rappresenta la categoria più discriminata all’esterno come all’interno della comunità LGBTQI+, non è certo un segreto l’isolamento in cui spesso vivono le persone che hanno deciso o vorrebbero intraprendere un percorso di riassegnazione di genere. Per questo motivo, è una minoranza da tutelare, amare e accogliere e proteggere.

Gli attivisti trans da tutto il mondo hanno un messaggio per tutti-e noi:

“Oggi ricordiamo le vite dei-delle nostri-e fratelli e sorelle trans uccisi nel corso dell’ultimo anno.

La stigmatizzazione anti-trans e la violenza cui siamo sottoposti giornalmente è potenziata dal razzismo, la misoginia, il classismo, la xenofobia, l’odio contro i lavoratori e lavoratrici del sesso, e altre forme di oppressione.

Gli attivisti e le attiviste trans non accettano la passività che tutti si aspettano da noi. Noi prendiamo la parola e agiamo. Oggi, noi onoriamo le nostre comunità trans. Coloro che ci hanno lasciato. Coloro che sono sopravvisuti-e. Coloro che contribuiscono a rompere le frontiere. Coloro che reinventano le nostre strade contro le istituzioni assenti e discriminatorie. Coloro che si aiutano a guarirsi a vicenda e a costruire la resilienza collettiva.

Siamo vulnerabili e siamo forti. Esistiamo. Resistiamo. Combattiamo”

Secondo l’agenzia Reuters Foundation News sono 369 le persone trans morte nel 2018 a causa di atti di violenza.

Voglio ricordare questa giornata con due film e due protagoniste che mi sono rimaste nell’anima:
Lei:


e lei:

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

GF Maccaferri

...e provare ad andare oltre il solito "che carino"

G-ancho ibérico

Politica e cultura sui binari di Spagna

Sui muri di Milano

Tutta la street art in giro per Milano

The Bottom Up

Approfondimento dall'Italia e dal mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: